TERMOIDRAULICA NOVAIMPIANTI POTENZA DI GALASSO AGOSTINO
TERMOIDRAULICA NOVAIMPIANTI POTENZA DI GALASSO AGOSTINO

Tipologie dei pannelli solari termici

Per produrre acqua calda sanitaria, i pannelli solari termici possono essere impiantati con due differenti soluzioni, sistema di circolazione naturale e sistema di circolazione forzata.

 

Entrambi garantiscono un’ottima soluzione per il fabbisogno termico per usi domestici sia nel periodo estivo che invernale, considerando che nei mesi estivi la copertura del fabbisogno termico è totale e nei mesi invernali raggiunge anche l’80 % della copertura.

 

Pannelli solari termici a circolazione naturale

I sistemi solari termici a circolazione naturale basano la loro funzione sulla proprietà naturale dei corpi caldi di salire.

L’impianto, facilmente installabile ed economicamente produttiva per privati e famiglie, si aziona grazie ai raggi del sole che scaldano il composto di acqua e antigelo (chiamato liquido solare o liquido termo vettore) contenuto nei tubi interni ai pannelli solari posizionati solitamente sui tetti. Tale liquido, così riscaldato e quindi più leggero, sale in modo naturale fino a raggiungere il serbatoio, ovviamente posto sopra i pannelli. Il liquido cede il calore all’acqua contenuta nel serbatoio che a sua volta, entra nel circuito idraulico sanitario della casa. 


ESTATE 
In estate l’acqua scaldata dal sole entra direttamente nel circuito idraulico sanitario della casa, senza alcun riscaldamento integrativo da parte della caldaia

 

INVERNO 

D’inverno o in periodi di prolungato brutto tempo, l’acqua scaldata dal sole passa attraverso la caldaia prima di entrare nel circuito idraulico della casa. In questo modo l’acqua che entra in caldaia è già preriscaldata dal sole,  così si riducono di molto i consumi di gas o gasolio


Pannelli solari termici a circolazione forzata

I sistemi solari termici forzati vengono utilizzati nel caso in cui si necessita produrre acqua calda in quantità elevate come nelle palazzine con più appartamenti, nelle case di riposo, negli alberghi, nei ristoranti, o nei centri sportivi.
In questo caso l’impianto ha una installazione più complessa che deve essere in grado di forzare la circolazione del liquido termo vettore.
Quando il liquido si scalda grazie al calore dei i raggi solari, una centralina misura sia la temperatura raggiunta dal liquido nel pannello e sia la temperatura raggiunta dall’acqua contenuta nel serbatoio. Se il liquido nei pannelli è più caldo dell’acqua del serbatoio, la centralina aziona una pompa che spinge il liquido all’interno del circuito in modo da farlo passare attraverso una serpentina presente nel serbatoio. E’ in questa serpentina che avviene il passaggio del calore dal liquido all’acqua del serbatoio, che può così entrare nel circuito dell’acqua sanitaria della casa.
 

ESTATE 
In estate il solo impianto solare è sufficiente a garantire acqua calda per bagni, cucina e lavanderia. 

INVERNO 
D’inverno o in periodi di prolungato brutto tempo dove si necessita di maggiore acqua di quella che il sistema può fornire, c’è bisogno anche dell’intervento della caldaia che scaldando dell’acqua che passa in una seconda serpentina posizionata nella parte alta del serbatoio, è in grado di fornire il calore utile a raggiungere la temperatura desiderata.  

Come nel caso degli impianti di pannelli solari termici a circolazione naturale, anche negli impianti di pannelli solari termici a circolazione forzata la caldaia consumerà meno gas o gasolio per riscaldare l’acqua. 
 

Stampa Stampa | Mappa del sito
Novaimpianti srls a socio unico - cell. 345.6300032 - cell. 379.1580951 P.IVA 01920770763 - Via Aldo Capitini, 26 - 85100 Potenza